Passa ai contenuti principali

Servizi: arriva l'app Ghe Pensi Mi

Prendersi di cura di Milano sarà più facile grazie all’applicazione ‘Ghe Pensi Mi’. Chi vede un cancello di un’area cani che non si chiude o un canestro di un playground rotto, da oggi potrà segnalarlo all'Amministrazione e seguire in tempo reale l'iter dell'intervento. Presentato oggi a Palazzo Marino, 'Ghe Pensi Mi’ è il primo strumento tecnologico che consente ai cittadini di interagire con il Comune per le attività di manutenzione sul verde.

L’applicazione, gratuita, è orientata alle aree gioco, aree cani e attrezzature sportive, e consente in modo facile e intuitivo di segnalare eventuali anomalie che, in modo automatico, vengono prese in carico dal gestore e integrate nel programma di manutenzione ordinaria, aggiornando il cittadino sull’iter della segnalazione stessa.

“Oggi diamo una buona notizia a chi ha a cuore la città e vuole contribuire a renderla più bella - ha detto l'assessora al Verde Chiara Bisconti -. Milano ha un enorme patrimonio di aree pubbliche destinate ai cani, al gioco, ai bambini: in totale, sono oltre mille. Controllarle tutte, tutti i giorni, è impossibile. Per questo l’aiuto dei cittadini per una loro buona manutenzione è fondamentale. Con ‘Ghe pensi Mi’ sarà più semplice. E chiunque potrà seguire il lavoro svolto, l'iter della pratica. È un atto di trasparenza importante, un gesto che unisce Amministrazione e cittadinanza, con l'obiettivo comune di difendere il patrimonio pubblico, di prendersene cura, e tutelarlo. Va sottolineato che è anche possibile segnalare quello che piace: anche questo ci aiuterà a indirizzare al meglio gli interventi”.

Come si utilizza ‘Ghe Pensi Mi’? Se vi trovate in un’area giochi per bambini e notate uno scivolo rotto o dei rifiuti fuori dai cestini, prendete il vostro smartphone, aprite l’applicazione e scattate una foto. La vostra segnalazione sarà immediatamente inviata agli uffici dedicati. La segnalazione avrà un suo numero di codice identificativo e potrete seguire costantemente l’evoluzione dell’intervento: verrà inviata al server centrale e da qui processata con diversi momenti di feedback al cittadino, attraverso messaggi su posta elettronica.

L’applicazione è disponibile su Playstore e Applestore ed è accessibile tramite smartphone con sistema operativo Android 4.1 o successivi.
L’applicazione è scaricabile gratuitamente e richiede solo una registrazione con indirizzo mail.

Al momento si possono segnalare interventi riguardanti, per le aree cani recinzioni, buche/avvallamenti e pulizia, guasti e pulizia nelle aree giochi per bambini, riparazioni attrezzi sportivi quali canestri, reti da pallavolo, porte da calcio, etc.



Post popolari in questo blog

Milano | Cagnola – Piazzale Accursio: al via il cantiere per il consolato USA

Finalmente ci siamo, lo storico ex Tiro a Segno Nazionale o Poligono della Cagnola, è ufficialmente un cantiere. Infatti sono cominciati i lavori per restaurare le vecchie palazzine e trasformarle nel Consolato Generale degli Stati Uniti d'America.

La foto che segue è stata pubblicata sulla pagina Facebook del Consolato USA.
Purtroppo al momento non si conosce come sarà trasformato e come sarà restaurato il vecchio complesso del 1906.




Milano | Bovisa – Progetto di via Durando: aggiornamento

Dopo oltre un decennio di stallo, forse ci siamo per risolvere il cantiere di via Durando?

Siamo alla Bovisa dove all'incrocio tra le vie Durando e Don Giuseppe Andreoli, si trova un lotto in attesa di una definitiva riqualificazione da troppo tempo.

Forse l'attesa potrebbe essere giunta ad una svolta, perché sono comparsi, dopo tanto tempo, dei nuovi rendering per il palazzo che dovrebbe essere costruito in questo lotto.
Il progetto si era già visto qualche anno fa, ma rimase sulla carta (o nella rete). Differenziava un po' da questo, soprattutto dal punto di vista estetico e onestamente ci piaceva un po' di più.

Si tratta di una stecca commerciale e una residenziale sovrapposte a formare una corte pedonale. Progetto un po' coraggioso per questa parte di città, visto che i negozi chiudono anziché aprire, ma forse è anche un'idea per rivitalizzare il quartiere, anche perché la corte coi negozi metterebbe in connessione il Campus Bovisa del Politecnico di Milan…

Milano | Arexpo - Ecco il progetto del nuovo IRCCS Galeazzi

Ecco il progetto del nuovo IRCCS Galeazzi che sorgerà nell'ex area Expo, dove si trovavano i padiglioni dell'Angola, Brasile e Corea per intenderci.

Come già anticipato, il nuovo ospedale Galeazzi nell'agosto scorso ha acquistato una parte all'interno dell'area Expo. E' comparso il rendering del nuovo edificio la cui struttura riprende il disegno del progetto proposto in precedenza per la zona di Turro, con unica sostanziale differenza nell'altezza della struttura, che qui raggiungerà i 18 piani.

L'edificio non spicca per originalità nel disegno e si collocherà all'interno dell'area lungo il vecchio Decumano (l'arteria principale e più lunga utilizzata durante l'Expo) nel punto più vicino alle stazioni della M1 e del Passante Ferroviario di Rho Fiera.

Il tracciato del canale d’acqua perimetrale realizzato per l’Esposizione Universale verrà traslato, portandolo verso il decumano, valorizzandone la fruibilità e la percezione paesaggistica …