Passa ai contenuti principali

Trasporti - Disagi per il maltempo alle linee della metropolitana

Questa mattina Atm è stata costretta a interrompere totalmente il tratto della M2 Centrale-Garibaldi.

Nonostante il lavoro di Atm durato tutta la giornata di ieri con diverse idrovore, il livello dell'acqua presente in galleria non è sceso, a causa soprattutto di un nuovo forte innalzamento della falda acquifera, in conseguenza alle piogge violente di sabato.

Atm ha messo in campo misure straordinarie per assistere la clientela e fino ad ora si è svolto tutto in maniera abbastanza fluida e senza criticità, nonostante i disagi provocati dall'emergenza. Atm si sta adoperando per cercare di ridurre i tempi e non appena l'acqua sarà scesa, sarà anche possibile verificare lo stato degli impianti, intervenire e limitare gli inconvenienti.

Nella prima mattinata sono stati distribuiti volantini stampati nella notte a tempo di record. Tutor riconoscibili dalla casacca blu hanno dato informazioni ai cittadini sulle alternative possibili di viaggio.

Il canale twitter, aperto anche nel fine settimana per rispondere agli utenti in tempo reale, è attivo dalle ore 7.00. Inoltre, ogni 5 minuti vengono diramati annunci vocali in metropolitana; nella serata di ieri i giornalisti hanno ricevuto un comunicato stampa e, in ultimo, il sito internet nella sezione infomobilità è aggiornato in tempo reale.

Si ricorda che la fermata Gioia M2 è effettuata solo attraverso un servizio di bus sostitutivo. Inoltre, per chi deve scendere in Centrale o a Garibaldi e arriva in metropolitana è consigliato l'interscambio con le altre linee: da Centrale è possibile cambiare con la M3 fino a Zara, prendere la M5 e scendere a Garibaldi (e viceversa); oppure, se diretto verso il centro, scendere a Loreto, interscambiare con la M1 fino a Cadorna e riprendere la verde fino a Garibaldi (e viceversa).

Comunicato ATM


Post popolari in questo blog

Milano | Cagnola – Piazzale Accursio: al via il cantiere per il consolato USA

Finalmente ci siamo, lo storico ex Tiro a Segno Nazionale o Poligono della Cagnola, è ufficialmente un cantiere. Infatti sono cominciati i lavori per restaurare le vecchie palazzine e trasformarle nel Consolato Generale degli Stati Uniti d'America.

La foto che segue è stata pubblicata sulla pagina Facebook del Consolato USA.
Purtroppo al momento non si conosce come sarà trasformato e come sarà restaurato il vecchio complesso del 1906.




Milano | Bovisa – Progetto di via Durando: aggiornamento

Dopo oltre un decennio di stallo, forse ci siamo per risolvere il cantiere di via Durando?

Siamo alla Bovisa dove all'incrocio tra le vie Durando e Don Giuseppe Andreoli, si trova un lotto in attesa di una definitiva riqualificazione da troppo tempo.

Forse l'attesa potrebbe essere giunta ad una svolta, perché sono comparsi, dopo tanto tempo, dei nuovi rendering per il palazzo che dovrebbe essere costruito in questo lotto.
Il progetto si era già visto qualche anno fa, ma rimase sulla carta (o nella rete). Differenziava un po' da questo, soprattutto dal punto di vista estetico e onestamente ci piaceva un po' di più.

Si tratta di una stecca commerciale e una residenziale sovrapposte a formare una corte pedonale. Progetto un po' coraggioso per questa parte di città, visto che i negozi chiudono anziché aprire, ma forse è anche un'idea per rivitalizzare il quartiere, anche perché la corte coi negozi metterebbe in connessione il Campus Bovisa del Politecnico di Milan…

Milano | Arexpo - Ecco il progetto del nuovo IRCCS Galeazzi

Ecco il progetto del nuovo IRCCS Galeazzi che sorgerà nell'ex area Expo, dove si trovavano i padiglioni dell'Angola, Brasile e Corea per intenderci.

Come già anticipato, il nuovo ospedale Galeazzi nell'agosto scorso ha acquistato una parte all'interno dell'area Expo. E' comparso il rendering del nuovo edificio la cui struttura riprende il disegno del progetto proposto in precedenza per la zona di Turro, con unica sostanziale differenza nell'altezza della struttura, che qui raggiungerà i 18 piani.

L'edificio non spicca per originalità nel disegno e si collocherà all'interno dell'area lungo il vecchio Decumano (l'arteria principale e più lunga utilizzata durante l'Expo) nel punto più vicino alle stazioni della M1 e del Passante Ferroviario di Rho Fiera.

Il tracciato del canale d’acqua perimetrale realizzato per l’Esposizione Universale verrà traslato, portandolo verso il decumano, valorizzandone la fruibilità e la percezione paesaggistica …