Passa ai contenuti principali

Zona Scala - Tanti visitatori per Palazzo Marino

Sono stati oltre 15mila i milanesi e i turisti che hanno deciso di celebrare la festa della Repubblica andando alla scoperta della casa dei Milanesi, Palazzo Marino, che da oggi, e per tutto il periodo di Expo, sarà aperto gratuitamente al pubblico con visite guidate. Ad accogliere i visitatori, durante la giornata, il Sindaco Giuliano Pisapia, che nel primo pomeriggio è stato anche a Palazzo Isimbardi dove ha incontrato numerosi gruppi di cittadini in visita per scoprire la sede Città metropolitana .

“Ho incontrato molte famiglie, milanesi, italiani, turisti stranieri e tantissimi bambini. È stata una straordinaria giornata di festa dedicata alle migliaia di persone che da questa mattina erano in coda per entrare a visitare Palazzo Marino. Sui loro volti ho visto sorrisi, gioia e addirittura sorpresa nello scoprire le bellezze che la ‘Casa dei milanesi’ custodisce. Anche stupore quando entravano nell’ufficio del Sindaco e mi trovavano lì ad accoglierli. Giornate come quella di oggi sono momenti in cui i cittadini possono ritrovare la vicinanza delle istituzioni e sentirsi parte di una grande comunità. Bello poi vedere i milanesi spiegare aneddoti e curiosità ai turisti”.

Nel corso della giornata i visitatori hanno potuto ammirare, oltre ai luoghi dove normalmente si svolge l’attività amministrativa come l’Aula del Consiglio comunale, l’ufficio del Sindaco, Sala dell’Orologio, Sala Urbanistica e Sala Gialla, quattro nuove sale che per la prima volta si sono svelate al pubblico (Tempere, Arazzi, Trinità e Resurrezione) con i loro tesori d’arte. In programma poi eventi musicali nel Cortile d’Onore.

Per l’occasione i presenti hanno potuto visitare anche tre mostre allestite all’interno del Palazzo. Una dedicata al tema del volontariato e della partecipazione, allestita in Sala Alessi . Mentre la Sala Verde, l’anticamera del Consiglio, ospita “Identità Milano”, un percorso lungo il patrimonio simbolico della città, che racconta cosa rappresenta la città oggi nell’immaginario collettivo attraverso l’evoluzione dello stemma e dei simboli della città e della comunità, i volti di 200 milanesi rilevanti tra nativi e adottivi, le icone dell’arte, i profili dei palazzi storici e moderni, i luoghi topici.

Il Loggiato del primo piano ha fatto poi da suggestiva cornice all'esposizione fotografica “Under Cover Milano” a cura del collettivo di fotografi CROP, uno sguardo che invita il pubblico a riflettere sul concetto di confine territoriale e sulla nuova Città Metropolitana.

Nel pomeriggio il Cortile d’Onore di Palazzo Marino ha ospitato il tradizionale Concerto della Banda Musicale della Polizia locale di Milano seguito da quello della Civica Orchestra di Fiati. In serata il Cortile d’Onore è stato palco ideale per la canzone d'autore della “Scuola Milanese”. Una performance all'insegna dell'autenticità ideata e condotta da Carlo Fava, Folco Orselli, Claudio Sanfilippo, scritta in collaborazione con Gianluca Martinelli. Oltre a raccontare le loro storie in musica ispirate alla città di Milano lo spettacolo è stato l’occasione per ricordare maestri come Jannacci e Gaber.




Post popolari in questo blog

Milano | Cagnola – Piazzale Accursio: al via il cantiere per il consolato USA

Finalmente ci siamo, lo storico ex Tiro a Segno Nazionale o Poligono della Cagnola, è ufficialmente un cantiere. Infatti sono cominciati i lavori per restaurare le vecchie palazzine e trasformarle nel Consolato Generale degli Stati Uniti d'America.

La foto che segue è stata pubblicata sulla pagina Facebook del Consolato USA.
Purtroppo al momento non si conosce come sarà trasformato e come sarà restaurato il vecchio complesso del 1906.




Milano | Bovisa – Progetto di via Durando: aggiornamento

Dopo oltre un decennio di stallo, forse ci siamo per risolvere il cantiere di via Durando?

Siamo alla Bovisa dove all'incrocio tra le vie Durando e Don Giuseppe Andreoli, si trova un lotto in attesa di una definitiva riqualificazione da troppo tempo.

Forse l'attesa potrebbe essere giunta ad una svolta, perché sono comparsi, dopo tanto tempo, dei nuovi rendering per il palazzo che dovrebbe essere costruito in questo lotto.
Il progetto si era già visto qualche anno fa, ma rimase sulla carta (o nella rete). Differenziava un po' da questo, soprattutto dal punto di vista estetico e onestamente ci piaceva un po' di più.

Si tratta di una stecca commerciale e una residenziale sovrapposte a formare una corte pedonale. Progetto un po' coraggioso per questa parte di città, visto che i negozi chiudono anziché aprire, ma forse è anche un'idea per rivitalizzare il quartiere, anche perché la corte coi negozi metterebbe in connessione il Campus Bovisa del Politecnico di Milan…

Milano | Arexpo - Ecco il progetto del nuovo IRCCS Galeazzi

Ecco il progetto del nuovo IRCCS Galeazzi che sorgerà nell'ex area Expo, dove si trovavano i padiglioni dell'Angola, Brasile e Corea per intenderci.

Come già anticipato, il nuovo ospedale Galeazzi nell'agosto scorso ha acquistato una parte all'interno dell'area Expo. E' comparso il rendering del nuovo edificio la cui struttura riprende il disegno del progetto proposto in precedenza per la zona di Turro, con unica sostanziale differenza nell'altezza della struttura, che qui raggiungerà i 18 piani.

L'edificio non spicca per originalità nel disegno e si collocherà all'interno dell'area lungo il vecchio Decumano (l'arteria principale e più lunga utilizzata durante l'Expo) nel punto più vicino alle stazioni della M1 e del Passante Ferroviario di Rho Fiera.

Il tracciato del canale d’acqua perimetrale realizzato per l’Esposizione Universale verrà traslato, portandolo verso il decumano, valorizzandone la fruibilità e la percezione paesaggistica …