Passa ai contenuti principali

Zona Porta Venezia - L'obelisco del Bottonuto

In via Marina si trova l'obelisco del Bottonuto.
Per chi non lo sapesse, il Bottonuto era il quartiere a meridione della piazza del Duomo e aveva come "croce" al centro di uno slargo (tra il 1500 e il 1700 ve n'erano tantissime di croci e stazioni come questa collocate un po' ovunque in città) un obelisco poggiante su quattro sfere di ottone su base quadrata, sorreggente una croce e fatto erigere dal Cardinale Federico Borromeo nel 1607, intitolandolo a San Glicerio, arcivescovo di Milano nel 430.
La croce già nel 1710 pareva fosse di intralcio tanto che il priore chiese di collocare quattro colonnine agli angoli per proteggerla dagli urti dei carretti che passavano per la stretta via. Ma ancora non bastarono le colonnine in pietra a proteggere l'obelisco che il 10 maggio 1787  fu trasferito tra via dei Boschetti e via Marina, ai Giardini Pubblici, dove ancora oggi lo si può vedere. Venne anche modificato e al posto della croce vennero collocati una stella e dei festoni in bronzo ai lati che andarono perduti.

L'obelisco è stato recentemente restaurato, ma pare un po' abbandonato tanto che da settimane il cartello usato per informare sui lavori di restauro è stato appoggiato ad un lato del monumento e dimenticato. Vicino si può ammirare anche una delle più antiche pompe di benzina presenti in città.

Certo che fargli un marciapiede attorno sarebbe già una buona soluzione per renderlo meno spartitraffico.











Post popolari in questo blog

Milano | Cagnola – Piazzale Accursio: al via il cantiere per il consolato USA

Finalmente ci siamo, lo storico ex Tiro a Segno Nazionale o Poligono della Cagnola, è ufficialmente un cantiere. Infatti sono cominciati i lavori per restaurare le vecchie palazzine e trasformarle nel Consolato Generale degli Stati Uniti d'America.

La foto che segue è stata pubblicata sulla pagina Facebook del Consolato USA.
Purtroppo al momento non si conosce come sarà trasformato e come sarà restaurato il vecchio complesso del 1906.




Milano | Bovisa – Progetto di via Durando: aggiornamento

Dopo oltre un decennio di stallo, forse ci siamo per risolvere il cantiere di via Durando?

Siamo alla Bovisa dove all'incrocio tra le vie Durando e Don Giuseppe Andreoli, si trova un lotto in attesa di una definitiva riqualificazione da troppo tempo.

Forse l'attesa potrebbe essere giunta ad una svolta, perché sono comparsi, dopo tanto tempo, dei nuovi rendering per il palazzo che dovrebbe essere costruito in questo lotto.
Il progetto si era già visto qualche anno fa, ma rimase sulla carta (o nella rete). Differenziava un po' da questo, soprattutto dal punto di vista estetico e onestamente ci piaceva un po' di più.

Si tratta di una stecca commerciale e una residenziale sovrapposte a formare una corte pedonale. Progetto un po' coraggioso per questa parte di città, visto che i negozi chiudono anziché aprire, ma forse è anche un'idea per rivitalizzare il quartiere, anche perché la corte coi negozi metterebbe in connessione il Campus Bovisa del Politecnico di Milan…

Milano | Arexpo - Ecco il progetto del nuovo IRCCS Galeazzi

Ecco il progetto del nuovo IRCCS Galeazzi che sorgerà nell'ex area Expo, dove si trovavano i padiglioni dell'Angola, Brasile e Corea per intenderci.

Come già anticipato, il nuovo ospedale Galeazzi nell'agosto scorso ha acquistato una parte all'interno dell'area Expo. E' comparso il rendering del nuovo edificio la cui struttura riprende il disegno del progetto proposto in precedenza per la zona di Turro, con unica sostanziale differenza nell'altezza della struttura, che qui raggiungerà i 18 piani.

L'edificio non spicca per originalità nel disegno e si collocherà all'interno dell'area lungo il vecchio Decumano (l'arteria principale e più lunga utilizzata durante l'Expo) nel punto più vicino alle stazioni della M1 e del Passante Ferroviario di Rho Fiera.

Il tracciato del canale d’acqua perimetrale realizzato per l’Esposizione Universale verrà traslato, portandolo verso il decumano, valorizzandone la fruibilità e la percezione paesaggistica …