CONTATTACI

Se hai segnalazioni o curiosità inerenti a Milano, scrivici all'indirizzo: info@urbanfile.org

mercoledì 8 ottobre 2014

Zona Buenos Aires - Il degrado di via Benedetto Marcello

La via Benedetto Marcello fu realizzata insieme all’omologa via Morgagni nel 1888, due giardinetti paralleli a corso Buenos Aires, uno a destra e uno a sinistra della via commerciale. Due spazi verdi nella cortina urbana di quell'area che hanno seguito destini diversi. Mentre via Morgagni è infatti tuttora un gioiello verdeggiante, tranquillo e rilassante, col gioco delle bocce al centro, dove decine di anziani e appassionati si ritrovano ogni giorno. Invece non si può dire la stessa cosa della sua via gemella, Benedetto Marcello.

Nel 1965 il ministero della cultura pose il vincolo paesistico alle due vie per la presenza di “bellissimi viali, (..) edifici di grande valore architettonico, (..) ed estesi tappeti erbosi con giardini”.

Forse essendo a due passi dalla degradata piazza Duca D'Aosta, dalla Stazione Centrale e dai bastioni di Porta Venezia ne subisce le conseguenze.







Ora, un nostro lettore, che ringraziamo ancora, ci ha fatto avere la sua documentazione fotografica e non solo. Ecco il suo racconto:


Vi scrivo per documentare lo stato di degrado e abbandono di Via Benedetto Marcello. Questa via possiede un vincolo ambientale forestale (come abbiamo precisato qui sopra), si trova a due passi da corso Buenos Aires, ed è una via sul percorso che collega la Stazione Centrale a corso Buenos Aires e alla linea MM1 (quella di Expo). Divisa in due parti da via Vitruvio, una parte è occupata dal mercato che si tiene due volte la settimana e dal parcheggio negli altri giorni, mentre la parte presa in considerazione è un giardino compreso di fontana e parchetto giochi per bambini. Premesso ciò, qualche giorno fa, come spesso mi accade, ho deciso di fare una passeggiata in Via Benedetto Marcello. La situazione che mi si è presentata era come al solito disastrosa, uno schiaffo alla civiltà e ho deciso di documentarla. La situazione non è solo degradata, ma è anche pericolosa. Prendo in esame punto per punto.

PAVIMENTAZIONE
La pavimentazione di Benedetto Marcello è completamente rovinata. Resti di pavè, cubetti in porfido e sassi sono ovunque, con un rischio continuo per i pedoni che camminano lungo i vialetti. La pavimentazione è altresì scoscesa, con avvalli improvvisi e buche anche di grandi dimensioni. Basta una distrazione per finire per terra. Esistono anche marciapiedi mai finiti, come da foto.







VEGETAZIONE
La vegetazione è abbandonata a se stessa. Interi porzioni di viale sono privi di vegetazione e arbusti, con un effetto desolazione infinito. Le aree verdi come aiuole e prati recintati sono spogli, rovinati, arsi.





SPORCIZIA
Allego materiale fotografico per documentare lo stato di sporcizia, pattumiera presente ovunque, resti di bottiglie e lattine di birre, sacchetti, cartoni, addirittura una macchinetta del caffè. Si commenta da sé: sono presenti per terra, sulle panchine, sui viali. E' questo un viale alberato con un vincolo ambientale? E' impossibile godersi la via: chiunque riga dritto ed evita di fermarsi, mentre bande di sbandati hanno preso possesso della zona, bivaccando e ubriacandosi.





AREA GIOCO BAMBINI E AREA CANI
Nel tratto tra via Vitruvio e via Boscovich, sono presenti le suddette aree: i bambini sono a stretto contatto con materiali pericolosi e spazzatura, come documentano le foto. Anche i cani trovano spesso resti di cibo che riescono a mangiare per distrazioni dei padroni.




FONTANA
Abbandonata a se stessa: resti di foglie, lattine e bottiglie "navigano" libere nella fontana. Spazzatura presente tutto attorno.






Mi chiedo: a nessuno interessa Via Benedetto Marcello, in centro a Milano? Perché le autorità non fanno niente? E' questo che un cittadino milanese si merita? E' questa la vetrina che vogliamo dare ai visitatori di Expo?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...