CONTATTACI

Se hai segnalazioni o curiosità inerenti a Milano, scrivici all'indirizzo: info@urbanfile.org

martedì 28 luglio 2015

Zona Bruzzano e Bresso - Il Lago faunistico al Parco Nord e le altre novità

Il Parco Nord Milano è uno degli interventi urbanistici di ricucitura meglio riusciti degli ultimi decenni ed ultimamente sta migliorando sempre più le sue strutture.
Con la realizzazione del nuovo lago, della passerella ciclopedonale per Bresso e dei Giardini della scienza si è fatto un ulteriore passo avanti per la qualità e vivibilità di questo immenso parco.

Dal punto di vista paesaggistico, delle infrastrutture e dei servizi ormai è a livelli di eccellenza, anche nella qualità delle realizzazioni, e il Parco Nord non ha nulla da invidiare a strutture analoghe del Nord Europa. Di seguito una carrellata delle nuove strutture da poco aperte al pubblico, tra le quali il lago artificiale di Bresso/Niguarda (ricordiamo che è severamente vietata la balneazione).

La passerella di via Ornato, finalmente mette in comunicazione senza pericoli le due parti del parco.

C'è poi la "bolla d'aria" creata per il gruppo Zambon da Michele De Lucchi. Si tratta di Oxy.gen, ovvero la struttura avveniristica a forma di bolla d’aria, nata proprio su spinta del gruppo e realizzata dall’architetto Michele De Lucchi, pensato come luogo di scienza legato al respiro. Il padiglione, che ospiterà attività culturali e formative legate alla respirazione del corpo umano e dell’ambiente si trova nello spazio Open Zone, il campus scientifico Zambon che ospita tutte aziende del settore Life Science, frutto di una collaborazione del gruppo farmaceutico Zambon e gli enti pubblici. La "bolla" si trova tra la via Via Papa Giovanni XXIII e Via Campestre a Bresso.

























Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...