CONTATTACI

Se hai segnalazioni o curiosità inerenti a Milano, scrivici all'indirizzo: info@urbanfile.org

venerdì 24 aprile 2015

Zona Isola Inaugurata La Casa delle Memoria

La Casa delle Memoria di via Confalonieri 14 si apre alla città con una tre giorni di eventi per ricordare il 70esimo anniversario della Liberazione.

Questa mattina, in occasione delle celebrazioni per il 70esimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo - alla presenza del Sindaco Giuliano Pisapia, del vicesindaco Ada Lucia De Cesaris, dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno e delle associazioni che coltivano il ricordo della conquista della libertà e della democrazia in Italia - è stata inaugurata in via Confalonieri 14 la Casa della Memoria, voluta e ideata dal Comune di Milano per accogliere e raccontare la memoria cittadina: un luogo aperto a tutti coloro che si impegnano per preservare e diffondere la storia che ha reso Milano testimone e simbolo dei valori democratici e di ripudio della violenza su cui si fonda il nostro Paese.

La Casa della Memoria sarà la sede dell’Associazione Nazionale Ex Deportati (Aned), dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (Anpi), dell’Associazione Italiana Vittime del Terrorismo (Aiviter), dell’Associazione Familiari Vittime della Strage di Piazza Fontana, 12 dicembre 1969, e dell’Istituto Nazionale di Studi sul Movimento di Liberazione d’Italia (Insmli). Su indicazione del Ministero dei Beni e delle Attività culturali, la parte pubblica dell’edificio è stata riconosciuta come sede idonea per ospitare il futuro Museo nazionale multimediale della Resistenza.
Fino a domenica 26 aprile, sarà proiettata ogni ora l’installazione multimediale “Gli occhi della Resistenza” dello studio artistico Danny Rose, trasmessa oggi per la prima volta subito dopo l’inaugurazione della Casa della Memoria alla presenza del Sindaco Giuliano Pisapia, del vicesindaco Ada Lucia De Cesaris, dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno e delle associazioni che coltivano il ricordo della conquista della libertà e della democrazia. La multivisione in loop de “Gli occhi della Resistenza” avrà luogo nei seguenti orari: oggi fino alle 20, domani dalle 10 alle 14 e domenica dalle 10 alle 18.

Domani, 25 aprile, dopo il corteo, la Casa della Memoria riaprirà al pubblico alle ore 18 per una serata di letture, musiche e performance curata e condotta da Andrea Kerbaker. Lo spettacolo, intitolato “Le parole della memoria”, è a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Il programma di domani prevede, alle ore 18.00, il saluto del vicesindaco Ada Lucia De Cesaris e dell’assessore Filippo Del Corno. A seguire, alle 18.10, l’attrice Lella Costa leggerà parti dell’introduzione al Sentiero dei nidi di ragno di Italo Calvino. Alle 18.25 andrà in scena Nome di Battaglia Lia, a cura del Teatro della Cooperativa con Marta Marangoni, Rossana Mola e Renato Sarti. E ancora: alle 18.40 Anastasiya Petryshak suonerà con il violino della Shoah Un capriccio di Paganini. La serata proseguirà alle 18.50 con Come un cammello in una grondaia, a cura di Atir - Teatro Ringhiera, dalle lettere dei condannati a morte della Resistenza europea e da racconti di anziani, con Arianna Scommegna e gli allievi del gruppo over 60 del Teatro Ringhiera. Alle 19.05 Renzo Martinelli e Federica Fracassi del Teatro i leggeranno alcune lettere di Aldo Moro dalla prigionia, mentre alle 19.15 Anastasiya Petryshak suonerà il Tema di Schindler’s list. Alle 19.20, a cura del Teatro Officina, la Casa della Memoria ospiterà Per un futuro aprile, adolescenti in dialogo con la Resistenza accompagnati da Primo Levi, Elio Vittorini e Nazim Hikmet, con gli adolescenti del Laboratorio “Il centro dell’emozione” e Massimo de Vita.

(fotogramma la Repubblica)












Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...