Passa ai contenuti principali

Trasporti: Il Genio di Leonardo sui biglietti di ATM

Il 2015 è l’anno dedicato a Leonardo e ATM ha scelto di celebrare la ricorrenza con l’emissione speciale di un biglietto che riporta l’immagine dei treni “Leonardo”, i nuovi convogli acquistati dall’azienda dedicati al genio di Vinci, i cui segni del passaggio a Milano sono ancora visibili in città e che ne testimoniano le straordinarie doti di innovazione nelle tecnologie del suo tempo.


TRIBUTO A LEONARDO - Le molteplici soluzioni di tecnologia - dai fari a led alla predisposizione per il Wi-Fi - unite al design innovativo di carrozze e sedili, tutto rigorosamente made in Italy, sono una simbolica sintesi del tributo che l’Azienda di Trasporti Milanesi rivolge a Leonardo da Vinci e alla sua opera.

I biglietti a tiratura limitata vengono inoltre pubblicati in concomitanza con la mostra in corso al Palazzo Reale di Milano, la più completa mai realizzata in Italia dedicata allo scienziato e pittore toscano fino al 19 luglio.


IL NUOVO BIGLIETTO – Il nuovo biglietto da collezione sarà acquistabile da lunedì 20 a domenica 26 aprile negli ATM Point, presso i distributori automatici e nelle rivendite in metropolitana. Alla sinistra del biglietto campeggia il disegno del nuovo treno mentre, al centro, viene riportata la scritta “ATM celebra Leonardo con i nuovi treni del Metrò”.

LE EDIZIONI SPECIALI - Quest’emissione dà continuità alla serie di biglietti speciali che accompagnano importanti ricorrenze o eventi significativi, come, nel 2014, è stato per il “Quarto Stato” di Pellizza da Volpedo in occasione della Festa dei lavoratori, per la celebrazione del 2 giugno, per la canonizzazione di Papa Giovanni XXIII e Papa Giovanni Paolo II e per i 50 anni della M1. Atm ha potuto recuperare una vecchia tradizione grazie al fatto di avere un sistema tecnologico molto versatile e a costo zero, con il quale è possibile modificare il layout dei biglietti.

I NUOVI TRENI - I “Leonardo” sono i nuovi mezzi della metro acquistati da ATM, nell’ambito della fornitura dei 30 treni, con risorse proprie per un importo complessivo di 220 milioni di euro. Entro maggio 2015 saranno 14 i convogli in servizio sulla linea 1.


Post popolari in questo blog

Milano | Cagnola – Piazzale Accursio: al via il cantiere per il consolato USA

Finalmente ci siamo, lo storico ex Tiro a Segno Nazionale o Poligono della Cagnola, è ufficialmente un cantiere. Infatti sono cominciati i lavori per restaurare le vecchie palazzine e trasformarle nel Consolato Generale degli Stati Uniti d'America.

La foto che segue è stata pubblicata sulla pagina Facebook del Consolato USA.
Purtroppo al momento non si conosce come sarà trasformato e come sarà restaurato il vecchio complesso del 1906.




Milano | Bovisa – Progetto di via Durando: aggiornamento

Dopo oltre un decennio di stallo, forse ci siamo per risolvere il cantiere di via Durando?

Siamo alla Bovisa dove all'incrocio tra le vie Durando e Don Giuseppe Andreoli, si trova un lotto in attesa di una definitiva riqualificazione da troppo tempo.

Forse l'attesa potrebbe essere giunta ad una svolta, perché sono comparsi, dopo tanto tempo, dei nuovi rendering per il palazzo che dovrebbe essere costruito in questo lotto.
Il progetto si era già visto qualche anno fa, ma rimase sulla carta (o nella rete). Differenziava un po' da questo, soprattutto dal punto di vista estetico e onestamente ci piaceva un po' di più.

Si tratta di una stecca commerciale e una residenziale sovrapposte a formare una corte pedonale. Progetto un po' coraggioso per questa parte di città, visto che i negozi chiudono anziché aprire, ma forse è anche un'idea per rivitalizzare il quartiere, anche perché la corte coi negozi metterebbe in connessione il Campus Bovisa del Politecnico di Milan…

Milano | Arexpo - Ecco il progetto del nuovo IRCCS Galeazzi

Ecco il progetto del nuovo IRCCS Galeazzi che sorgerà nell'ex area Expo, dove si trovavano i padiglioni dell'Angola, Brasile e Corea per intenderci.

Come già anticipato, il nuovo ospedale Galeazzi nell'agosto scorso ha acquistato una parte all'interno dell'area Expo. E' comparso il rendering del nuovo edificio la cui struttura riprende il disegno del progetto proposto in precedenza per la zona di Turro, con unica sostanziale differenza nell'altezza della struttura, che qui raggiungerà i 18 piani.

L'edificio non spicca per originalità nel disegno e si collocherà all'interno dell'area lungo il vecchio Decumano (l'arteria principale e più lunga utilizzata durante l'Expo) nel punto più vicino alle stazioni della M1 e del Passante Ferroviario di Rho Fiera.

Il tracciato del canale d’acqua perimetrale realizzato per l’Esposizione Universale verrà traslato, portandolo verso il decumano, valorizzandone la fruibilità e la percezione paesaggistica …