Passa ai contenuti principali

Zona Darsena - La Darsena a pochi giorni dall'inaugurazione: seconda parte

Abbiamo fatto il giro a 3 giorni dall'inaugurazione chiesi terrà il 26 Aprile della Darsena, di Piazza XXIV Maggio e della zona dei Navigli. Abbiamo raccolto una settantina di foto, pertanto abbiamo pensato di dividere l'articolo in due parti. Questa è la seconda parte, che ricomincia da Piazza XXIV Maggio per culminare in viale Gorizia.


I vecchi caselli sono stati ripuliti dalle tag e scritte arie (più o meno). A tal proposito vi anticipiamo che più avanti abbiamo trovato delle scritte alquanto poco affini all'inaugurazione di un luogo... speriamo che in questi due giorni passino a ripulire.



 Dietro al Ticinello una doppia rastrelliera per bici.



Nuove illuminazioni per la porta del Cagnola.



Questo è il "buco" dello sgrigliatore. Ci domandiamo ancora perché non sia stato pensato più lungo, bastavano tre metri in più, per dare più respiro al ponte vecchio e non avere tutto quel pattume sotto gli archi antichi.



Nel frattempo qui è stata collocata una ringhiera metallica anziché un muretto o una balaustra in pietra come per la onda del Ticinello.



Sdraiate a terra ci sono le ringhiere che verranno montate sul muretto del vecchio ponte del 1500.




Non sarebbe stato meglio mettere la balaustra in pietra anche sulla sponda interna?








Come ci ha fatto notare un nostro lettore, Carlo M. la chiusa l'avrebbero potuta lasciare qui dove si trovava la vecchio marchingegno, così avremmo avuto un bel gioco d'acqua col salto di qualche centimetro e il vecchio ponticello in pietra sarebbe stato più visibile, con un dislivello di un metro le arcate si sarebbero viste meglio. Rendendo il Ticinello più dinamico e allegro, anziché il luogo dove confluiranno tutte le bottigliette di plastica che stupidi ominidi gettano nel canale (qualcuna può volare o cadere, ma conoscendo la stupidità umana...) assieme a fogliame e altro materiale organico che piace molto alle anatre e alle nutrie.





 Quando il Comune farà rimuovere questo manufatto galleggiante che staziona in darsena in abbandono da almeno due anni?



Eccoci di fronte al Mercato Comunale.. Il banalotto e sempliciotto edificio per il Mercato Comunale. Almeno quei tubi che escono da sotto il mercato nei muri del molo, potevano essere in metallo anziché in tristissima plastica?





Speravamo almeno nella pulizia e riverniciata della vecchia edicola, (crediamo sia l'ultima rimasta di un epoca oramai remota), invece ancora versa ridotta ad uno schifo. Poteva essere un Infopoint dei Navigli, la biglietteria di eventi o una postazione per la grattachecca (granita alla romana), ed invece pare proprio dimenticata. Almeno non è stata abbattuta.




Scritte, scritte e ancora scritte contro Expo, contro lo stato, contro tutti, contro questo e contro quello... rimarranno ancora per molto o passa Amsa in questi tre giorni e provvede?








aggiungiamo anche due immagini eloquenti dello stato schifoso in cui sono lasciati i palazzi lungo viale Gorizia. Io farei pagare la multa anche ai condomini che lasciano questo schifo da decenni.



Post popolari in questo blog

Milano | Cagnola – Piazzale Accursio: al via il cantiere per il consolato USA

Finalmente ci siamo, lo storico ex Tiro a Segno Nazionale o Poligono della Cagnola, è ufficialmente un cantiere. Infatti sono cominciati i lavori per restaurare le vecchie palazzine e trasformarle nel Consolato Generale degli Stati Uniti d'America.

La foto che segue è stata pubblicata sulla pagina Facebook del Consolato USA.
Purtroppo al momento non si conosce come sarà trasformato e come sarà restaurato il vecchio complesso del 1906.




Milano | Bovisa – Progetto di via Durando: aggiornamento

Dopo oltre un decennio di stallo, forse ci siamo per risolvere il cantiere di via Durando?

Siamo alla Bovisa dove all'incrocio tra le vie Durando e Don Giuseppe Andreoli, si trova un lotto in attesa di una definitiva riqualificazione da troppo tempo.

Forse l'attesa potrebbe essere giunta ad una svolta, perché sono comparsi, dopo tanto tempo, dei nuovi rendering per il palazzo che dovrebbe essere costruito in questo lotto.
Il progetto si era già visto qualche anno fa, ma rimase sulla carta (o nella rete). Differenziava un po' da questo, soprattutto dal punto di vista estetico e onestamente ci piaceva un po' di più.

Si tratta di una stecca commerciale e una residenziale sovrapposte a formare una corte pedonale. Progetto un po' coraggioso per questa parte di città, visto che i negozi chiudono anziché aprire, ma forse è anche un'idea per rivitalizzare il quartiere, anche perché la corte coi negozi metterebbe in connessione il Campus Bovisa del Politecnico di Milan…

Milano | Arexpo - Ecco il progetto del nuovo IRCCS Galeazzi

Ecco il progetto del nuovo IRCCS Galeazzi che sorgerà nell'ex area Expo, dove si trovavano i padiglioni dell'Angola, Brasile e Corea per intenderci.

Come già anticipato, il nuovo ospedale Galeazzi nell'agosto scorso ha acquistato una parte all'interno dell'area Expo. E' comparso il rendering del nuovo edificio la cui struttura riprende il disegno del progetto proposto in precedenza per la zona di Turro, con unica sostanziale differenza nell'altezza della struttura, che qui raggiungerà i 18 piani.

L'edificio non spicca per originalità nel disegno e si collocherà all'interno dell'area lungo il vecchio Decumano (l'arteria principale e più lunga utilizzata durante l'Expo) nel punto più vicino alle stazioni della M1 e del Passante Ferroviario di Rho Fiera.

Il tracciato del canale d’acqua perimetrale realizzato per l’Esposizione Universale verrà traslato, portandolo verso il decumano, valorizzandone la fruibilità e la percezione paesaggistica …